finanza utile
Finanza utile
venerdì 15 dicembre 17 - 02:40






Casa bonus energetico al 65%. Ecco le spese detraibili. Come fare domanda

Gli interventi di riqualificazione energetica di edifici già esistenti danno diritto a una detrazione dall’imposta lorda pari al 65 per cento delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2013 (fino al 31 dicembre 2014 per le ristrutturazioni importanti dell’intero edificio condominiali).

Si tratta di riduzioni dall’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) e dall’Ires (Imposta sul reddito delle società) concesse per interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti e che riguardano, in particolare, le spese sostenute per:
  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  • il miglioramento termico dell’edificio (finestre, comprensive di infissi, coibentazioni,pavimenti)
  • l’installazione di pannelli solari
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.
Condizione indispensabile per fruire della detrazione è che gli interventi siano eseguiti su unità immobiliari e su edifici (o su parti di edifici) residenziali esistenti, di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli strumentali (per l’attività d’impresa o professionale).

CHI PUÒ USUFRUIRNE

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento.

In particolare, sono ammessi all’agevolazione:
  • le persone fisiche, compresi gli esercenti arti e professioni
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali)
  • le associazioni tra professionisti
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

Tra le persone fisiche possono fruire dell’agevolazione anche:
  • i titolari di un diritto reale sull’immobile
  • i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali
  • gli inquilini
  • chi detiene l’immobile in comodato.

INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI ESISTENTI

Per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 100.000 euro.

Ad esempio, rientrano in questa tipologia di interventi, la sostituzione o l’installazione di impianti di climatizzazione invernale anche con generatori di calore non a condensazione, con pompe di calore, con scambiatori per teleriscaldamento, con caldaie a biomasse, gli impianti di cogenerazione, rigenerazione, gli impianti geotermici e gli interventi di coibentazione non aventi le caratteristiche previste per gli altri interventi agevolati.

INTERVENTI SUGLI INVOLUCRIDEGLIEDIFICI

Per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 60.000 euro.

In questo gruppo rientra anche la sostituzione dei portoni d’ingresso a condizione che si tratti di serramenti che delimitano l’involucro riscaldato dell’edificio, verso l’esterno o verso locali non riscaldati, e risultino rispettati gli indici di trasmittanza termica richiesti per la sostituzione delle finestre.

Gli infissi sono comprensivi anche delle strutture accessorie che hanno effetto sulla dispersione di calore quali, ad esempio, scuri o persiane, o che risultino strutturalmente accorpate al manufatto quali, ad esempio, cassonetti incorporati nel telaio dell’infisso.

INSTALLAZIONE DI PANNELLI SOLARI

Per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 60.000 euro

Per interventi di installazione di pannelli solari si intende l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università.

INTERVENTI DI SOSTITUZIONE DI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE INVERNALE

Per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di 30.000 euro.

Per lavori di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale si intende la sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di caldaie a condensazione e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione.

SPESE DETRAIBILI

Le spese per le quali è possibile fruire della detrazione comprendono sia i costi per i lavori edili connessi con l’intervento di risparmio energetico, sia quelli per le prestazioni professionali necessarie per realizzare gli interventi e acquisire la certificazione energetica richiesta.

LA CERTIFICAZIONE NECESSARIA

Per fruire dell’agevolazione fiscale sulle spese energetiche è necessario acquisire i seguenti documenti:
  • l’asseverazione, che consente di dimostrare che l’intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti.
  • l’attestato di certificazione (o qualificazione) energetica, che comprende i dati relativi all’efficienza energetica propri dell’edificio.
  • la scheda informativa relativa agli interventi realizzati

I DOCUMENTI DA TRASMETTERE

Entro 90 giorni dalla fine dei lavori occorre trasmettere all’Enea:
  • copia dell’attestato di certificazione o di qualificazione energetica
  • la scheda informativa relativa agli interventi realizzati.

La trasmissione deve avvenire in via telematica, attraverso il sito acs.enea.it, ottenendo ricevuta informatica.

LEGGI ANCHE>>>>>>>

AGEVOLAZIONI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

31 / 05 / 2013

Pagina aggiornata il

Scrivi il tuo commento sulla pagina
'Casa bonus energetico al 65%. Ecco le spese detraibili. Come fare domanda '


 



TASI, TARI E IMU. ALIQUOTE E SCADENZE. CHI DEVE PAGARE

Casa: Tasi e Tari, sarà un salasso. Aliquote e detrazioni. Ecco dove si pagherà di più

Tasi-Imu è caos. Aliquote, scadenze e calcolo. Ipotesi slittamento

PENSIONI




      Come aprire un B&B. Leggi, costi, requisiti e consigli

      TIM E VODAFONE. DIVENTANO A PAGAMENTO I SERVIZI DI AVVISO DI CHIAMATA. ECCO COME DISATTIVARLO


      Pagamenti e prelievi all'estero. Come risparmiare. Costi e consigli

      RENDITE FINANZIARIE. ALIQUOTA AL 26%. ECCO COME EVITARLA


      COME RICHIEDERE L'ESTRATTO CONTO CONTRIBUTI PENSIONE

      COME CHIEDERE LA MATERNITA'. GUIDA E CASI PARTICOLARI

      COME USARE I BUONI LAVORO. LA GUIDA

      COME RISCATTARE I CONTRIBUTI DA LAVORO SVOLTO ALL'ESTERO

      COME REGISTRARE IL CONTRATTO DI AFFITTO. GUIDA COMPILAZIONE MODELLO RLI



      BONUS FAMIGLIA. REQUISITI. COME FARE DOMANDA


      Taglio Irap: quanto risparmiano le varie categorie. Le nuove aliquote


      Pensione: accredito contributi maternità. Requisiti. Come fare domanda


      Auto: cambio gomme. Chi lascia quelle invernali rischia multe e sequestro






      Privacy
      www.finanzautile.org di Riccardo Capannelli - email RICCARDOCAPANNELLI@libero.it -