finanza utile
Finanza utile
lunedì 24 novembre 14 - 04:26


 






Economia domestica: si spende meno per gli alimentari. Sale spesa per la casa

Le famiglie giovani, sotto i 35 anni, tirano la cinghia e spendono meno per gli alimentari, ma spendono di più per arredamenti, elettrodomestici e servizi per la casa.

Il dato emerge da un'indagine Istat sui consumi degli italiani nel 2007 che rileva come, la spesa media mensile totale registrata lo scorso anno varia da un minimo di 1.641 euro per famiglie con un solo componente, a un massimo di 3.205 euro per quelle composte da cinque o più persone.

Per i single, in particolare, è l'abitazione ad incidere maggiormente sulla spesa media totale: 34,8% rispetto al 20% delle famiglie con 5 o più componenti. Queste ultime, rispetto ai single, spendono di più per gli alimentari: 21,2% contro il 18,3%.

In generale, la spesa media di una famiglia composta da una sola persona è circa due terzi di quella delle famiglie composte da due componenti.

La spesa scende con l'avanzare dell'età: le famiglie di anziani hanno livelli di spesa decisamente più bassi di quelli delle famiglie con a capo un giovane o un adulto.

I single e le coppie con capo famiglia ultrasessantaquattrenne spendono rispettivamente i due terzi e i tre quarti delle famiglie della stessa tipologia con a capo un giovane.

Le famiglie più giovani, coppie con capo famiglia di età inferiore ai 35 anni, spendono mensilmente 2.762 euro, ma è bassa la quota di spesa destinata agli alimentari e bevande (sotto il 16,0%), mentre è alta la percentuale destinata alle spese per arredamenti, elettrodomestici e servizi per la casa.

Un elemento che, spiega l'Istat, vale soprattutto per i giovani che hanno appena acquistato una nuova casa e devono arredarla.

La presenza dei figli, invece, si traduce in un'alta propensione all'acquisto di abbigliamento e calzature (il 7,9% della spesa totale tra le coppie con due o più figli), in un maggiore bisogno di spostarsi sul territorio (un quinto della spesa totale tra le coppie con tre o più figli vanno ai trasporti) e in una maggiore spesa (intorno al 6,8%) per istruzione e tempo libero.

A spendere di più, se si considera la professione, sono i nuclei familiari con capo famiglia impenditore o libero professionista che, in media, spende 3.624 euro al mese, il doppio di quanto spende una famiglia con una persona di riferimento disoccupata, casalinga o in altra consizione non professionale.

09 / 07 / 2008



Ultimi aggiornamenti

Scrivi il tuo commento sulla pagina
'Economia domestica: si spende meno per gli alimentari. Sale spesa per la casa '


Il tuo nome (facoltativo)

Contatti

Per contattare la redazione del sito Finanzautile scrivere all'indirizzo email RICCARDOCAPANNELLI@libero.it

 

Come aprire un B&B. Leggi, costi, requisiti e consigli

TIM E VODAFONE. DIVENTANO A PAGAMENTO I SERVIZI DI AVVISO DI CHIAMATA. ECCO COME DISATTIVARLO


Pagamenti e prelievi all'estero. Come risparmiare. Costi e consigli

RENDITE FINANZIARIE. ALIQUOTA AL 26%. ECCO COME EVITARLA


COME RICHIEDERE L'ESTRATTO CONTO CONTRIBUTI PENSIONE

COME CHIEDERE LA MATERNITA'. GUIDA E CASI PARTICOLARI

COME USARE I BUONI LAVORO. LA GUIDA

COME RISCATTARE I CONTRIBUTI DA LAVORO SVOLTO ALL'ESTERO

COME REGISTRARE IL CONTRATTO DI AFFITTO. GUIDA COMPILAZIONE MODELLO RLI



BONUS FAMIGLIA. REQUISITI. COME FARE DOMANDA


Taglio Irap: quanto risparmiano le varie categorie. Le nuove aliquote


Pensione: accredito contributi maternità. Requisiti. Come fare domanda


Auto: cambio gomme. Chi lascia quelle invernali rischia multe e sequestro






ALTRE NOTIZIE SUI MUTUI








FOCUS E APPROFONDIMENTI



 
www.finanzautile.org di Riccardo Capannelli - email RICCARDOCAPANNELLI@libero.it -