finanza utile
Finanza utile
mercoledì 23 aprile 14 - 17:25


   | OFFERTE DI LAVORO |  | REDDITOMETRO | CARTELLE EQUITALIA | INCENTIVI IMPRESE-LAVORO Nigiara
  Home | FEED RSS | PENSIONI: NOVITA' 2014 | SPESOMETRO: LA GUIDA | RC PROFESSIONALE: GUIDA Archivio | Email | Finanzautile
Economia
Titoli di Stato
Pensioni
POLITICA
FISCO E TASSE





Cerca nel sito





Economia domestica: si spende meno per gli alimentari. Sale spesa per la casa

Le famiglie giovani, sotto i 35 anni, tirano la cinghia e spendono meno per gli alimentari, ma spendono di più per arredamenti, elettrodomestici e servizi per la casa.

Il dato emerge da un'indagine Istat sui consumi degli italiani nel 2007 che rileva come, la spesa media mensile totale registrata lo scorso anno varia da un minimo di 1.641 euro per famiglie con un solo componente, a un massimo di 3.205 euro per quelle composte da cinque o più persone.

Per i single, in particolare, è l'abitazione ad incidere maggiormente sulla spesa media totale: 34,8% rispetto al 20% delle famiglie con 5 o più componenti. Queste ultime, rispetto ai single, spendono di più per gli alimentari: 21,2% contro il 18,3%.

In generale, la spesa media di una famiglia composta da una sola persona è circa due terzi di quella delle famiglie composte da due componenti.

La spesa scende con l'avanzare dell'età: le famiglie di anziani hanno livelli di spesa decisamente più bassi di quelli delle famiglie con a capo un giovane o un adulto.

I single e le coppie con capo famiglia ultrasessantaquattrenne spendono rispettivamente i due terzi e i tre quarti delle famiglie della stessa tipologia con a capo un giovane.

Le famiglie più giovani, coppie con capo famiglia di età inferiore ai 35 anni, spendono mensilmente 2.762 euro, ma è bassa la quota di spesa destinata agli alimentari e bevande (sotto il 16,0%), mentre è alta la percentuale destinata alle spese per arredamenti, elettrodomestici e servizi per la casa.

Un elemento che, spiega l'Istat, vale soprattutto per i giovani che hanno appena acquistato una nuova casa e devono arredarla.

La presenza dei figli, invece, si traduce in un'alta propensione all'acquisto di abbigliamento e calzature (il 7,9% della spesa totale tra le coppie con due o più figli), in un maggiore bisogno di spostarsi sul territorio (un quinto della spesa totale tra le coppie con tre o più figli vanno ai trasporti) e in una maggiore spesa (intorno al 6,8%) per istruzione e tempo libero.

A spendere di più, se si considera la professione, sono i nuclei familiari con capo famiglia impenditore o libero professionista che, in media, spende 3.624 euro al mese, il doppio di quanto spende una famiglia con una persona di riferimento disoccupata, casalinga o in altra consizione non professionale.

09 / 07 / 2008

Pagine correlate Economia domestica

Economia domestica: si spende meno per gli alimentari. Sale spesa per la casa





Contatti

Per contattare la redazione del sito Finanzautile scrivere all'indirizzo email RICCARDOCAPANNELLI@libero.it

 

Elezioni europee e comunali 2014. Come e quando si vota

Bonus 80 euro Renzi: da maggio ma non per tutti. Ma si rischia un taglio della pensione

NIENTE BONUS PER I DIPENDENTI PUBBLICI



Auto: cambio gomme. Chi lascia quelle invernali rischia multe e sequestro RENDITE FINANZIARIE. DAL 1 LUGLIO ARRIVA IL SALASSO. ALIQUOTA AL 26%. ECCO COME EVITARLO

GUIDA DICHIARAZIONE DEI REDDITI


LE MISURE DEL GOVERNO RENZI
Aumento busta paga. Ecco chi avrà i benefici maggiori. Tabella fasce reddito

- Piano casa: cedolare secca al 10%. Detrazioni sugli affitti. Tutte le misure

- Naspi: nuovo sussidio disoccupazione. Come funziona

- Lavoro: novità su contratti e cassa integrazione. Arriva l’assegno universale di disoccupazione

- Pensioni: contributo solidarietà sopra i 2.000 euro. Ecco chi paga





ALTRE NOTIZIE SUI MUTUI








FOCUS E APPROFONDIMENTI



SUSSIDI E SOSTEGNO AL REDDITO


TUTTE LE NOVITA' SUL MONDO DELLE PENSIONI



      portale di Riccardo Capannelli (FUT) pagina pubblicata in 1 secondi
    Note Legali: questo sito web è di proprietà di Riccardo Capannelli a cui va la piena e unica responsabilità dei contenuti testuali e grafici pubblicati sul sito - email RICCARDOCAPANNELLI@libero.it -
    dati e generalità del proprietario del presente dominio sono disponibili pubblicamente presso l'ente internazionale di registrazione domini.
    Alcune foto presenti sul sito sono state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio
    Per chiedere la rimozione di foto o contenuti scrivere alla redazione del sito - Il network a cui il sito è affiliato non è responsabile dei contenuti pubblicati sui singoli siti.