finanza utile
Finanza utile
mercoledì 1 ottobre 14 - 12:03


  Home Page | Network Nigiara | Lavoro
Email






Lavoro: guida alla cassa integrazione. Le differenze tra ordinaria e straordinaria

La casa integrazione è un intervento a sostegno delle imprese in difficoltà che garantisce al lavoratore un reddito sostitutivo della retribuzione.

Se ne distinguono due tipologie: cassa integrazione ordinaria e cassa integrazione straordinaria

LA CASSA INTEGRAZIONE ORDINARIA

Spetta agli operai, impiegati e quadri delle aziende industriali in genere, delle imprese industriali ed artigiane del settore edile e lapideo, esclusi gli apprendisti.

  • QUANDO SPETTA

In caso di sospensione o riduzione dell'attività produttiva dovuta ad eventi temporanei non imputabili all'imprenditore o ai lavoratori.

LA DOMANDA

Le imprese devono presentare la domanda presso gli uffici Inps competenti per territorio, entro 25 giorni dalla fine del periodo di paga in cui è iniziata la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro.

I moduli sono disponibili presso gli uffici Inps e sul sito www.inps.it, nella sezione "moduli".

Attenzione: ogni domanda per essere presa in esame deve contenere la documentazione indispensabile e le informazioni indicate sul modulo, come previsto dall’articolo 1, comma 783 della legge 296/06.

QUANTO SPETTA

L'integrazione salariale è pari all'80% della retribuzione complessiva che sarebbe spettata per le ore di lavoro non prestate. Esistono limiti massimi mensili stabiliti ogni anno dalla legge.

Attualmente i limiti sono i seguenti:

  • 858,58 euro mensili per i lavoratori la cui retribuzione, comprensiva dei ratei della 13ª mensilità e delle altre eventuali mensilità aggiuntive (14ª, premio di produzione ecc.) è pari o inferiore a € 1.857,48 lordi mensili

  • 1.031,93 euro mensili per i lavoratori che hanno una retribuzione superiore a € 1.857,48 lordi mensili.

Agli importi indicati deve essere poi detratta una percentuale pari al 5,84%. I periodi di cassa integrazione sono utili per il diritto e per la misura della pensione.

PER QUANTO TEMPO

Viene corrisposta al massimo per 13 settimane.Può esserci una proroga fino a 12 mesi e, in determinati casi, il limite è elevato a 24 mesi.

LA CASSA INTEGRAZIONE STRAORDINARIA

Spetta Agli operai, impiegati e quadri di:

  • aziende industriali (anche edili)
  • aziende appaltatrici di servizi di mensa o ristorazione e dei servizi di pulizia (tali imprese devono avere più di 15 dipendenti nel semestre precedente la presentazione della domanda)
  • imprese commerciali, di spedizione e trasporto, agenzie di viaggio e turismo che occupano più di 50 dipendenti, esclusi gli apprendisti e gli assunti con contratto di formazione
  • imprese di vigilanza con più di 15 dipendenti
  • aziende di trasporto aereo

QUANDO SPETTA

Quando l'azienda si trova in una delle seguenti condizioni:

  • ristrutturazione
  • riorganizzazione
  • conversione
  • crisi aziendale
  • procedure concorsuali.

LA DOMANDA

Deve essere presentata al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali entro 25 giorni dalla fine del periodo di paga in cui è iniziata la sospensione o la riduzione dell'orario di lavoro.

L'intervento straordinario non si può chiedere se, per lo stesso periodo, è stato chiesto l'intervento ordinario.

QUALI LAVORATORI

La scelta dei lavoratori da porre in Cassa Integrazione deve essere effettuata con il criterio della rotazione tra coloro che effettuano le stesse mansioni.

QUANTO SPETTA

Viene calcolato l'80% della retribuzione globale che sarebbe spettata per le ore di lavoro non prestate.

Esistono limiti massimi mensili stabiliti di anno in anno.

Attualmente i limiti sono i seguenti:

  • 858,58 euro mensili per i lavoratori la cui retribuzione, comprensiva dei ratei della 13ª mensilità e delle altre eventuali mensilità aggiuntive (14ª, premio di produzione ecc.) è pari o inferiore a € 1.857,48 lordi mensili

  • 1.031,93 euro mensili per i lavoratori che hanno una retribuzione superiore a € 1.857,48 lordi mensili.

Agli importi indicati deve essere poi detratta una percentuale pari al 5,84%.

PER QUANTO TEMPO

Viene corrisposta al massimo per 12 mesi in caso di crisi aziendale, 18 mesi in caso di procedure esecutive concorsuali e 24 mesi in caso di riorganizzazione, ristrutturazione e riconversione aziendale.

Complessivamente gli interventi ordinari e straordinari non possono superare i 36 mesi in un quinquennio.

14 / 02 / 2009



Ultimi aggiornamenti

Contatti

Per contattare la redazione del sito Finanzautile scrivere all'indirizzo email RICCARDOCAPANNELLI@libero.it

 

OFFERTE LAVORO E CONCORSI










Come aprire un B&B. Leggi, costi, requisiti e consigli

TIM E VODAFONE. DIVENTANO A PAGAMENTO I SERVIZI DI AVVISO DI CHIAMATA. ECCO COME DISATTIVARLO


Pagamenti e prelievi all'estero. Come risparmiare. Costi e consigli

RENDITE FINANZIARIE. ALIQUOTA AL 26%. ECCO COME EVITARLA


COME RICHIEDERE L'ESTRATTO CONTO CONTRIBUTI PENSIONE

COME CHIEDERE LA MATERNITA'. GUIDA E CASI PARTICOLARI

COME USARE I BUONI LAVORO. LA GUIDA

COME RISCATTARE I CONTRIBUTI DA LAVORO SVOLTO ALL'ESTERO

COME REGISTRARE IL CONTRATTO DI AFFITTO. GUIDA COMPILAZIONE MODELLO RLI



BONUS FAMIGLIA. REQUISITI. COME FARE DOMANDA


Taglio Irap: quanto risparmiano le varie categorie. Le nuove aliquote


Pensione: accredito contributi maternità. Requisiti. Come fare domanda


Auto: cambio gomme. Chi lascia quelle invernali rischia multe e sequestro





SUSSIDI E SOSTEGNO AL REDDITO


TUTTE LE NOVITA' SUL MONDO DELLE PENSIONI



     
    www.finanzautile.org di Riccardo Capannelli - email RICCARDOCAPANNELLI@libero.it -