finanza utile
Finanza utile
giovedì 17 aprile 14 - 06:18


   | OFFERTE DI LAVORO |  | REDDITOMETRO | CARTELLE EQUITALIA | INCENTIVI IMPRESE-LAVORO Nigiara
  Home | FEED RSS | PENSIONI: NOVITA' 2014 | SPESOMETRO: LA GUIDA | RC PROFESSIONALE: GUIDA Archivio | Email | Finanzautile
Economia
Titoli di Stato
Pensioni
POLITICA
FISCO E TASSE





Cerca nel sito





Marca da bollo: nuovi rincari. Costo sale a 2 e 16 euro

Un nuovo aumento colpisce le tasche degli italiani. Il governo ha deciso di alzare il costo delle marche da bollo al fine di finanziare la ricostruzione in Abruzzo.

Parliamo di uno degli emendamenti al decreto legge n. 43 del 2013, il decreto emergenze che introduce nuove misure a sostegno delle popolazioni colpite da terremoti e/o calamità naturali, come il terremoto in Emilia e in Abruzzo.


Con l’emendamento si stabilisce l’aumento dell’importo della marca da bollo, da 1,81 euro a 2 euro e quella da 14,62 a 16 euro.

Il fine è recuperare 1 miliardo e 200 milioni di euro per la ricostruzione in Abruzzo, assicurando così con l’aumento dell’importo della marca da bollo, tra il 2014 e il 2019 circa 197 milioni annui per la riparazione diimmobili danneggiati o l’acquisto di nuove abitazioni sostitutive.

COSA AUMENTA

L'aumento riguarda una serie di documenti che interessa diversi soggetti. In particolare l'imposta di bollo che oggi è pari a euro 2 riguarda: le fatture che contengono importi non assoggettati ad Iva; gli estratti conti o altri documenti di accreditamento o addebitamento per somme superiori a euro 77,47; ricevute o lettere commerciali presentate per l'incasso presso gli istituti di credito per somme inferiori a 129,11 euro.

L'aumento invece da euro 14,62 a euro 16 riguarda numerosi documenti (così come meglio identificati nei primi tre articoli della tariffa, parte I) nonché i documenti societari (libri sociali e registri contabili di cui all'articolo 16 della tariffa, parte I). A titolo esemplificativo questo aumento dell'imposta fissa riguarda: gli atti rogati o autenticati da un notaio o altro pubblico ufficiale; le scritture private contenenti convenzioni anche unilaterali che disciplinino rapporti giuridici di ogni specie; istanze, memorie, ricorsi, dirette agli organi dell'amministrazione dello Stato e degli enti pubblici territoriali tendenti ad ottenere rilasci di certificati ovvero provvedimenti amministrativi.

ATTENZIONE

È possibile continuare ad utilizzare le vecchie marche da bollo da euro 1,81 e da euro 14,62, integrandole qualora l'imposta si renda dovuta nella nuovo misura. Lo stesso discorso vale per la carta da bollo, ma la differenza va integrata con l'applicazione delle marche da bollo.

13 / 06 / 2013

Pagine correlate Marca da bollo

Marca da bollo: nuovi rincari. Costo sale a 2 e 16 euro




Collegamenti esterni ( ultime news )


Contatti

Per contattare la redazione del sito Finanzautile scrivere all'indirizzo email RICCARDOCAPANNELLI@libero.it

 



Tasi-Imu è caos. Aliquote, scadenze e calcolo. Ipotesi slittamento

PENSIONI




      Elezioni europee e comunali 2014. Come e quando si vota

      BONUS RENZI 80 EURO. ECCO CHI LO PRENDE
      RENDITE FINANZIARIE. DAL 1 LUGLIO ARRIVA IL SALASSO. ALIQUOTA AL 26%. ECCO COME EVITARLO

      GUIDA DICHIARAZIONE DEI REDDITI


      LE MISURE DEL GOVERNO RENZI
      Aumento busta paga. Ecco chi avrà i benefici maggiori. Tabella fasce reddito

      - Piano casa: cedolare secca al 10%. Detrazioni sugli affitti. Tutte le misure

      - Naspi: nuovo sussidio disoccupazione. Come funziona

      - Lavoro: novità su contratti e cassa integrazione. Arriva l’assegno universale di disoccupazione

      - Pensioni: contributo solidarietà sopra i 2.000 euro. Ecco chi paga




      SUSSIDI E SOSTEGNO AL REDDITO


      TUTTE LE NOVITA' SUL MONDO DELLE PENSIONI



          portale di Riccardo Capannelli (FUT) pagina pubblicata in 0 secondi
        Note Legali: questo sito web è di proprietà di Riccardo Capannelli a cui va la piena e unica responsabilità dei contenuti testuali e grafici pubblicati sul sito - email RICCARDOCAPANNELLI@libero.it -
        dati e generalità del proprietario del presente dominio sono disponibili pubblicamente presso l'ente internazionale di registrazione domini.
        Alcune foto presenti sul sito sono state prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio
        Per chiedere la rimozione di foto o contenuti scrivere alla redazione del sito - Il network a cui il sito è affiliato non è responsabile dei contenuti pubblicati sui singoli siti.